lunedì 29 settembre 2008

Pescata sulla secca del Tinetto

Vittò mi dice, cosa ne diresti di un giretto in barca?
Logicamente non capisco... e gli dico andiamo a pescare ...accetta di buon grado e così dopo un lunedì niente male (sul lavoro), alle 5 ci troviamo alla barca...

Tempo di partire e volando letteralmente sull'acqua in... 20 minuti siamo sulla secca del Tinetto.
In realtà ero partito per fare la Punta del Tino ma strada facendo il pensiero della secca si era insinuato nel cervello e quando è così bisogna dare retta all'istinto...

Ancoriamo a ridosso del Tinetto visto che c'è un pò di vento, non facciamo in tempo ad ancorare e sono già in acqua...è già troppo tempo che non pesco e la voglia è tanta, lascio la boa a Vitto e inizio subito l'ambientamento, faccio qualche tuffo e mi accorgo di essere un pò pesante mi tolgo un chilo e già va meglio.
Scendo a provare la pesata e mi metto all'aspetto, le castagnole sono talmente tante che mi distraggono ma dal blu ecco che arriva qualcosa ...una riccioletta sola soletta, non è molto grande ma posso provare un tiro, sono a corto di aria e con un po di fretta premo il grilletto, l'asta penetra nella ricciola appena dietro le branchie ma troppo in basso dove la carne è tenera, so già che la perderò, ma quando, con una scodata si stacca una bestemmia è il minimo sindacale.

Inizia male...non ho ancora rotto il fiato, le apnee sono mediocri, il primo tiro è andato male...cerco la calma...inizio a fare tuffi poco profondi girano dei muggini ma non li sparo, provo a sprofondare, prendo bene aria e inizio la discesa, sono sul muro della secca scendo fino al primo gradone e mi apposto, c'è una forte corrente da ovest, mi sembra di stare bene scruto nel blù e come un miraggio mi appaiono 4 ricciolette sono a favore di corrente, quando sono a tiro si girano, non aspettavo altro...neppure miro, premo sul grilletto e l'asta questa volta si infila in un punto sodo...
Questa non la perdo mi dico, risalgo mentre la ricciola si dibatte, la metto nel porta pesci e sono felice...
Finalmente inizia a girare...la corrente aumenta e porta un pò di torbido, sono sotto il basamento della madonna (che è sdraiata a 15 metri di profondità), mi tuffo e mi mantengo accostato alla parete, passano alcuni muggini, non mi interessano, mi ci vorrebbe un bel saragone, ma nemmeno l'ombra, sto per risalire quando mi fanno visita le 3 ricciolette superstiti mi tornano a tiro e provo a sparare ormai sono a corto di aria ma il dardo fà centro e siamo a due...risalgo, mentre Vitto si avvicina, mi accorgo dalla sua espressione che si stà divertendo anche se non ha ancora preso niente, continuo a pescare mentre la corrente aumenta e l'acqua si fa sempre più torbida riesco a mettere nel portapesci altre 2 ricciolette prima che Vittò mi chiami per rientrare in porto.

Risalgo in barca e quel punto mi accorgo di avere una espressione diversa, sto meglio, tutte le tensioni quotidiane sono passate, sono in pace con il mondo e con me stesso, questa è la magia dell'apnea e della pesca in apnea...

Partiamo...la pescata è finita, con Vitto ci scambiamo opinioni e sensazioni, mentre alle spalle abbiamo un tramonto mozzafiato che saluta la giornata appena passata ...

Voglio ringraziare Vitto per il meraviglioso pomeriggio passato in acqua....

sabato 27 settembre 2008

Stefano 6° ai Campionati Italiani di Fotografia


Stefano (occhio di pesce) e Franco Pedrelli ...la notizia nella sezione fotografia...


GRANDI... STEFANO e FRANCO....a nome di tutta la TRIBU'

giovedì 25 settembre 2008

Stiamo lavorando per VOI

E' un pò di tempo che stiamo organizzando alcune iniziative da fare durante l'inverno: quelli che sembrerebbero periodi morti possono, se sfruttati adeguatamente, tramutarsi in periodi di allenamento per la prossima stagione di apnea e pesca in apnea...e perchè no...anche per chi è bombolaro e vuole fare un pò di preparazione...


Iniziamo con il dire che Lorenzo Sub mette a disposizione durante il periodo autunnale il gommone per uscite di apnea e pesca a 20 euro a persona con un minimo di 5 partecipanti, per uscite sulle isole (Tino, Tinetto e Palmaria) fino allo scoglio Ferale.



Un'altra iniziativa a cui abbiamo pensato per voi sono le schede di allenamento personalizzate per l'apnea e la pesca (e non solo), redatte da Mauro Artesana personal trainer, istruttore di sala pesi maestro Yoga (e tanto altro ancora).
Visto che la scheda è personalizzata, per la sua elaborazione è necessario un incontro con Mauro che valuterà la costituzione fisica dell'atleta e individuerà con l'atleta stesso gli obiettivi dell'allenamento.
Il costo della scheda è di 50 euro.
Potete contattare Mauro per un incontro tramite il blog oppure tramite Alessandro e Ilaria.
Naturalmente nel caso in cui voleste fare la scheda non sarete abbandonati a voi stessi una volta che avrete la tabella di allenamento ma avrete la possibilità di essere seguiti sia da Mauro sia da Ilaria per avere consigli e supporto.
Inoltre sarà possibile ogni 3-4 mesi fare una valutazione con Mauro dei miglioramenti conseguiti e modificare la scheda.
Per ultima ma non ultima, c'è la possibilità di effettuare una valutazione in piscina della vostra condizione di apnea e acquaticità....anche per questa è previsto un controllo ogni 3-4 mesi per valutare i progressi. Questo tipo di valutazione (per la quale contattate Ilaria) è molto utile per impostare il programma di allenamento.

Penso che per l'inizio di Ottobre la piscina di Sarzana sia aperta quindi per chi lo desiderasse è possibile iniziare un nuovo corso di Apnea 1° livello SSI che abilita ad una profondità massima di 12 metri...
Il corso è così strutturato:

4 Lezioni di teoria (ogni lezione prevede un ripasso conoscenze): Apnea, Fisiologia, Respirazione Pranayama, Sicurezza in acqua e fuori.
Il tutto con strumenti multimediali ed interattivi (buona parte dei quali preparati e curati da Alessandro e Ilaria).

6 Lezioni in piscina (nuoto e allenamento all'apnea, prove di apnea statica e dinamica)
1 Prova in acque libere

Il corso, pur rimanendo un corso di apnea, ha lo scopo di sviluppare l'acquaticità e di migliorare o perfezionare la respirazione: quindi è consigliabile a tutti...apneisti, bombolari, nuotatori e chi vuole avere un primo approccio alla subacquea.
Costo del corso ed orari ancora da definire.

Chi fosse interessato può contattarmi direttamente scrivendo sul blog oppure presso il Lorenzo Sub.

domenica 21 settembre 2008

Nord Sud Ovest Est....enigma svelato!!

Mi scuso se solo stasera riesco a rendere partecipe il mondo intero della sensazionale scoperta del mitico geco grugnitore!
Dopo estenuanti giornate di studio di quello strano strumento chiamato bussola (ma cosa saranno mai tutti quei numeri...e tutte quelle stanghette...e la ghiera?!) per il nostro gechino è arrivato il D-day...20 settembre 2008......tuffo di "orientamento" per il corso SSI...
Nelle immagini seguenti ho cercato di documentare i momenti precedenti al tuffo....
Notate la concentrazione (immortalata da più prospettive)




Ma forse si è accesa la lampadina......un sorriso appare sul volto del nostro gechino....naturalmente accompagnato da un grugnito di gioia...

E' arrivato il momento di entrare in acqua.....io ho avuto la fortuna di poter fare da supporto logistico a quest'impresa che entrerà negli annali della subbbacqueria....il cruccio è solo di non aver potuto vedere con i miei occhi il geco versione "incursore"....però ho goduto appieno l'esultanza della Lidia appena ha messo la testa fuori dell'acqua!! MISSIONE COMPIUTA!!! Percorsi effettuati in maniera a dir poco perfetta!!

Ecco il momento dell'esultanza



E non poteva mancare la foto del gechino con la sua compagna in questa incredibile avventura!!...è grazie anche a lei se ora possiamo dire che la BUSSOLA NON HA PIU' MISTERI!




Intanto a terra è esplosa l'esultanza di tutta la ciurma...un esempio qui sotto....


C'è chi è rimasto basito.......
...devo essere sincera....non è rimasto basito dall'impresa (a buon intenditor poche parole)....ma questa foto l'avevo promessa alla Lidia!!!

A parte gli scherzi...tanti complimenti al nostro Geco che ormai ci fa mangiare la polvere e ci stupisce ogni giorno che passa!!

sabato 20 settembre 2008

Nuovi Brevettati APNEA TRIBU' (racconto di una emozione)

Il tempo incerto di venerdi non aveva di certo aiutato, ma dopo un migliaio di telefonate, messaggi, tam tam e segnali di fumo ero riuscito a mettere insieme 5 aspiranti apneisti che dopo un duro lavoro invernale e centinaia di tuffi estivi si sono trovati alle 8,30 davanti al Lorenzo Sub per il tuffo di fine corso.
Il primo ad arrivare è Ale dopo pochi minuti arrivano anche Maurizio ed Andrea seguiti a ruota da Guido, aspettiamo Stefano, ma è a lavorare ...(Azzz...senza avvisare).......
Ci prepariamo, mentre la nostra fotografa ufficiale nonchè subacquea di supporto Ilaria prepara il gommone e la sua attrezzatura ARA, arriva anche il driver Max a questo punto possiamo prendere il mare, non prima delle foto di rito scattate nientepopodimeno che da Lorenzo.













Mare come un biliardo e in poco meno di mezz'ora siamo in Cala Byron il tempo di ormeggiare e siamo in acqua (e che acqua) visibilità 30 metri un vero spettacolo, i ragazzi sono impazienti ma prima dei tuffi gli faccio fare un pò di respirazione Pranayama ....Ale mi dice (è come portare un bimbo a gardaland e farlo sedere su una panchina) non ha torto!!!.....
Finiamo di posizionare la palestra e siamo pronti per iniziare la serie di tuffi mentre ci immergiamo compare una piccola riccioletta che curiosa come una scimmia segue i ragazzi ad ogni tuffo, nuvole di castagnole fanno da cornice, mentre i tuffi si susseguono e mentre Ilaria continua a scattare foto.
I commenti si sprecano e arriva il momento del percorso subacqueo, l'impegno è crescente e tutti siamo consapevoli che le emozioni che stiamo vivendo sono tra le più incredibili, sprofondare nel blu con il solo respiro esplorando un mondo di silenzio e pace.....meraviglioso come meraviglioso è quello che ci stà intorno i pesci, il fondale, l'amicizia ...























Sembra sia passato un attimo e invece è già 1 ora che siamo in acqua finiti gli esercizi di corso a malincuore risaliamo sul gommone, con la promessa di fare presto un nuovo tuffo tutti insieme questa volta per una battuta di pesca...
Rientriamo e la soddisfazione è negli occhi di tutti, riempiamo insieme gli attestati SSI di APNEA ora è davvero finito il corso.... ma è iniziata una nuova avventura .....
Grazie ad....ALESSANDRO MAURIZIO ANDREA GUIDO per aver seguito i miei consigli.
Un Grazie particolare ad ILARIA per avermi supportato durante tutto il corso.
Grazie a Max e a Tutto lo Staff del LORENZO SUB.

sabato 13 settembre 2008

Yoga e Pranayama....la magia del respiro

Da Lunedì 29 settembre riprendono i corsi di Yoga tenuti dai maestri Franca Tulipani e Mauro Astesana presso il loro centro di Arcola (SP) con i seguenti orari:

Lunedì e Mercoledì 9.30-11.30 e 17.30-19.30
Martedì e Giovedì 20.30-22.30

Dal 29 settembre al 3 ottobre le lezioni saranno gratuite per permettere a tutti coloro che non hanno mai praticato lo yoga di sperimentare questa splendida disciplina.
Per qualunque informazione non esitate a contattarmi (ILARIA) lasciandomi un messaggio sul blog o sul forum oppure telefonicamente...sarò felice di darvi tutti i chiarimenti di cui avete bisogno!
....io sicuramente andrò martedì......vi aspetto!!!

Incontri speciali a Framura


Voglio farvi partecipi dell'emozione di un tuffo in notturna dove la fortuna, l'intuito ed il mare si
sono uniti a farmi vivere un'esperienza unica.


video

Con gli amici Vittorio, Alessandro (Barbiero) e Isabella, si parte per Framura logicamente dopo avere aspettato il Barbiero per circa 1 ora (l'uomo importante si fa aspettare)......
Arrivati ci vestiamo e partiamo da dietro il porticciolo così da fare il giro completo ...
Qualche problema per Isabella sugli scogli e poi via, visibilità straordinaria (non per me ho la maschera appannata ...) cambio maschera e si sfila il lacciolo ....mannaggia stasera non è serata penso, mentre rimetto la maschera che continua ad appannarsi, finisco l'operazione lacciolo e finalmente,CI VEDO...

Piccoli polpi fanno capolino da ogni sasso,Vittorio li tormenta quanto basta e poi....illumina qualcosa..mi sembra ...impossibile...un barracuda ... richiamiamo l'attenzione degli altri dotati di macchinetta fotografica cosi da non essere ritenuti in narcosi a 15 metri....

Il Barbiero arriva come fosse trainato da uno scooter ...mi sposto verso il largo così da essere davanti al pesce per farlo rimanere in posa ...incredibile il pesce mi punta e di rimando allargo la mano per fermarlo... mentre istintivamente prendo aria per prepararmi all'apnea,l'istinto del cacciatore non si comanda ... sono in apnea, tengo la mano tesa mentre il pesce si avvicina sempre di più...chi fà pesca in apnea sa di cosa sto parlando, di quel momento in cui aspetti che il pesce si giri per spararlo (quante volte mi è capitato con i ragni-branzini), ma il pesce non gira viene diritto verso la mia mano, sono ancora in apnea ma la mia attenzione è rivolta allo splendido animale che ho davanti, so che non posso respirare dall'erogatore perchè sarebbe come spezzare l'incantesimo che si sta creando, lo guardo si avvicina ancora e quasi mi sfiora, sento la sua pelle a contatto con la mia mano, quasi come un cucciolo in cerca di coccole, è un attimo ...incredibile ....si struscia alla mia mano per tutta la sua lunghezza .... un colpo di pinna e si allontana, guardo la direzione ma ormai è sparito mi ritrovo con la mano ancora tesa ormai nel vuoto .... è finita.

Mi accorgo allora di essere ancora in apnea, posso respirare di nuovo, posso ritornare alla vita, pochi attimi... un lieve contatto tra due mondi.

Guardo gli altri e mi accorgo della loro soddisfazione, dell'incredulità per l'incontro fatto. Mentre io mi ritrovo ...a guardarmi la mano ......

Proseguiamo il giro, sono appagato, vediamo gronghi, murene, pesce ago...

Siamo ormai quasi arrivati ed ecco che nel cono della mia torcia appare l'inconfondibile sagoma di una corvina ...non è di grosse dimensioni ma è molto tranquilla si fà fotografare dal Barbiero(prontamente richiamato) in ogni posizione come una star, si ferma cambia posizione e alla fine ci saluta con un colpo di coda... pochi minuti e siamo a riva come al solito commenti sull'immersione appena fatta ...pacche sulle spalle e tutti a dire che C..O

Il Barbiero non aspetta neppure di asciugare la macchina per poter vedere le foto ...sono incredibili ma la cosa incredibile è che ha fatto una ripresa proprio mentre il barracuda sfilava accanto alla mia mano ...

Sicuramente un'immersione indimenticabile dove anche due modi diversi di andare in acqua si sono completati a vicenda ... sono convinto che se non avessi fatto apnea in quel momento il barracuda non si sarebbe avvicinato a me ma sarebbe fuggito.

Grazie a Vittorio per l'avvistamento , grazie al Barbiero e all'Isabella per le foto ed i video di una serata indimenticabile.

video


Grazie al Barbiero per il video

giovedì 11 settembre 2008

Un grande ci ha lasciato....





Ieri ci ha lasciato uno dei grandi....uno dei pionieri della fotocinematografia subacquea italiana e mondiale e del mondo subacqueo in tutte le sue molteplici sfaccettature:


RAIMONDO BUCHER


Approfitto del Blog per parlarvi di uno dei miei idoli insieme a Quilici, Cousteau, Mayol e tanti altri.....


Io ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona ad un convegno sull'archeologia subacquea qualche anno fa....è stato un incontro entusiasmante..avevo già una forte passione per la subacquea ma sentirlo raccontare le sue avventure e percepire il suo amore per il mare non hanno fatto altro che alimentare questo "fuoco acquatico" che mi sento dentro.....

Per far capire a chi non l'ha conosciuto o non l'hai mai sentito nominare chi era Bucher ma anche per chi sapeva chi era e conosceva l'avventura che è stata la sua vita ecco qui sotto una sua breve biografia....

Bucher nasce il 15 marzo 1912 in Ungheria, da padre italiano; nel 1932 frequenta la scuola di pilotaggio aereo a Bergamo risultando il primo del corso, nel 1937 è istruttore di volo e di acrobazie, nel 1939, viene assegnato al reparto caccia partecipando a numerose azioni belliche, dopo l' 8 settembre 1943 si schiera con gli Alleati per la guerra di liberazione, finita la quale rimane in servizio nella Aeronautica Militare col grado di Capitano.


Alla fine degli anni '30 inizia l'attività subacquea a Napoli, nel 1937 gli allievi del corso d'aviazione gli regalano un fucile subacqueo ed una maschera, inizia a pescare cefali lungo la scogliera di via Caracciolo, in breve diventa un abilissimo pescatore anche perché nel frattempo ha migliorato le prestazioni del suo fucile subacqueo aggiungendo una leva di carico che annulla lo sforzo e sostituendo la molla originale con 3 molle concentriche di spessore diverso che annullano la perdita di potenza dovuta all'attrito! Insieme a Massimo D'asta mette a punto la manovra di compensazione, utilizzando lo stringinaso, che gli consente di scendere in apnea anche a -25 metri (si dice che Cressi, Gonzatti e Marcante andarono da Genova a Napoli in motocicletta con side-car per chiedergli informazioni su come effettuare la manovra).


Nel 1948 inventa e costruisce un missile subacqueo.

Nel 1958 trasforma gli erogatori monostadio a domanda in quelli "ad offerta" e nel 1967 fa le stesse modifiche ai bistadio.

Nel 1949, scende in apnea a - 29 metri a Capri in presenza di una commissione, nel 1950 scende a - 30 metri con tanto di commissari federali, accettando la sfida dei Palombari di Napoli, e questo fu il primo Record Ufficiale Mondiale d'immersione in apnea!

Nel 1952 fa un nuovo Record Mondiale a -39 metri organizzato esclusivamente per lanciare il film "Sesto Continente" e, record nel record, questo è stato il primo record d'immersine documentato fotocinematograficamente da Folco Quilici e Bruno Vailati.

Il suo avvicinamento alla fotografia subacquea si deve a quando recupera da un aereo Stukas abbattuto, la macchina fotografica 35 mm. "Robot" in dotazione, costruisce una custodia subacquea e comincia a fare le prime foto: siamo nel 1942.

E' il primo, nel 1945, ad utilizzare le guarnizioni "O-RING" per l'impermeabilità delle custodie, osservando le guarnizioni che gli americani usano per gli ammortizzatori dei carrelli dei loro aerei! Si fa costruire dalla ditta Magnaghi di Napoli i primi O-RING italiani !

Negli anni continua a progettare e costruire diverse scafandrature e diversi tipi di flash che collauda lui stesso in immersione.

Ha continuato ad andare in acqua e anche a profondità considerevoli anche da ultranovantenne.


.....insomma.....poche parole per riassumere tutto...


un vero mito!!




Ciao comandante e grazie per tutto quello che ci hai regalato!




La biografia è stata tratta da "Storia & storie della fotocinematografia subacquea italiana" di Alberto Romeo


domenica 7 settembre 2008

Mare ovunque..."Il mare in Fortezza"












Vi starete chiedendo:"Che segreti racchiuderà questo torrione?...mah..."
Vi starete domandando:"Cosa ci fa la foto di una fortezza sul Blog dell'Apnea Tribù?"




E siccome non c'è il 2 senza il 3 ma soprattutto la curiosità sta salendo (a questo punto dovete fare di si con la testa davanti al monitor del vostro computer....), vi sorgerà spontaneo il quesito:"Ma dove porterà questo stretto tunnel scavato direttamente nella roccia?"





PROVATE A INDOVINARE.......SFORZATEVI UN ATTIMO....(non troppo...non si sa mai...)

Finito il tunnel entrerete nelle stanze, un tempo abitate dalla Famiglia Malaspina e poi dalle guarnigioni spagnole, che ora ospitano il Museo di Storia Naturale della Lunigiana .
A questo punto direte voi:" Vabbè che dentro a questo blog si parla di tutto.....ma a noi la fauna selvatica della Lunigiana ci interessa poco" (dico io:"male...perchè dentro al museo troverete animali che difficilmente avrete visto dal vivo...esempio:cicogna, aironi, istrice, tasso, volpe, tutti i rapaci notturni e diurni ecc ecc)
E' ora che viene il bello....PERCHE' DENTRO AL MUSEO E' ENTRATO IL MARE!!!
Dal 16 maggio (e ancora per tanto tempo) all'interno di questo scenario così inconsueto e particolare per parlare del mare e dei suoi abitanti avete la possibilità di vedere la mostra fotografica

"IL MARE IN FORTEZZA"

Espongono STEFANO FRASCATI e FRANCO PEDRELLI, entrambi toscani ma soprattutto due fotografi di livello nazionale che hanno all'attivo diverse vittorie nelle gare di fotografia.
Stefano ha anche vinto due prestigiosi premi: l'Astrea d'oro e il "Primo premio per stampe a colori al Festival Mondial dell'Image Sous Marine" di Antibes.
......mica bau bau micio micio....

Di seguito ci sono solo alcuni dei pannelli allestiti per la mostra........il mio consiglio è di venire a vederli di persona....anche per respirare l'aria magica delle sale del museo e perchè no....anche per fare una visita alla Fortezza!





























E allora vi ricordo gli orari di apertura della Fortezza:
9-12 16-19 (da ottobre al pomeriggio l'orario è 15-18)
Chiuso il Lunedì.
Aperto tutti gli altri giorni.

Vi aspetto numerosi!!!! Ringrazio già tutti quelli che verranno ma soprattutto tutti quelli che sono già venuti e sono veramente tanti!
Anzi....vi dirò di più....a breve ci sarà una serata culturale-gastronomica: visita alla mostra e alla fortezza e poi tutti a mangiare i panigacci a Podenzana!!! Quindi tenete d'occhio il blog!

P.S.
Mi sembra giusto e doveroso ringraziare la Cooperativa Natour (per cui lavoro) che mi ha dato l'opportunità di allestire la mostra e gli sponsor perchè senza qualche soldino non si poteva fare niente!

sabato 6 settembre 2008

Un sogno si è realizzato

Finalmente una idea è diventata realtà... grazie all'Anguilla Elettrica... che ci sa con il computer visto che il sottoscritto è rimasto all'età della pietra.

Spero che questo Blog possa creare una comunità di persone e sia un tramite per unire la passione che molti hanno per il mare
Per le immersioni e per L'apnea


Grazie a tutti quelli che vorranno contribuire

Gavry

venerdì 5 settembre 2008

Finalmente è nato il blog dell'Apnea Tribù

Ciao a tutti!
Ci siamo!! Oggi è nato il Blog dell'Apnea Tribù...il blog per tutti quelli a cui piace respirare sott'acqua.....e fuori!!
Qui troverete tutte le news sulle iniziative che stiamo organizzando....si...si...ci stiamo muovendo proprio per voi!!
Non solo tante iniziative che ci aiuteranno a far passare velocemente i mesi invernali, ma anche uno spazio per le vostre domande e un punto di ritrovo per tutta la movida subacquea!
A presto!
Ilaria