sabato 22 novembre 2008

Una plancetta tutta da ridere

Spinto dall'entusiasmo per le costruzioni nautiche e dopo l'attenta lettura dei post sulla costruzione delle plancette, anch'io mi sono cimentato nell'ardua impresa.


Il tutto è nato dalla visione di una tavoletta di mio figlio, il piccolo ha avuto la malaugurata idea di mettere la tavola dove tengo tutta la mia attrezzatura.

A questo punto è scattato qualcosa in me che mi ha portato ad emulare i veri artigiani.

Rubata la tavoletta a mio figlio (tanto ne ha altre 2, mi sono detto per giustificarmi), ho cercato (non senza difficoltà) una bandierina in plastica che avevo trovato all'Isola del Tino durante un' immersione e che mi ricordavo di avere portata a casa, dopo aver rovistato per una quarantina di minuti e dopo numerosi Santi e Madonne, visto il mio disordine cronico, finalmente riesco a trovarla, e con la bandiera il sogno prende forma ...
Mi manca l'asta, mentre sto pensando a come fare, intravedo la soluzione dietro le sbarre, vi starete chiedendo quali sbarre???
Quelle della gabbia del pappagallo...come posso non averci pensato prima?
Eccola la soluzione per l'asta: l'ha sempre avuta sotto le zampe Rio il pappagallo che ora mi guarda con occhi terrorizzati mentre infilo la mano per strappargli il sostegno (tanto ne ha 1 altro mi dico ancora per giustificare l'impresa)
Con molta cautela, visto il becco del bastardo pennuto, infilo la mano e riesco a togliere l'asta di plastica, mentre la sfilo penso si meriti lo scherzo di stare con un solo appoggio,visto che, non ha mai imparato a parlare ma ha invece imparato ad abbaiare come il cane.(nonostante le mie ore di ripetizione)
Siamo a buon punto....i materiali ci sono tutti ed inizio la lavorazione.
La prima impresa è trovare la giusta punta per forare quello che credevo poliuretano e che invece si è rivelato polistirolo.
Non mi demoralizzo e continuo, fisso un tubetto di plastica al polistirolo con schiuma di poliuretano avanzata ai muratori...( chi ha usato la schiuma sa quanto ci si sporca), e dopo pochi minuti posso fissare l'asta completa di bandiere (ovviamente dopo averla pulita dai bisognini di Rio), in un momento di esaltazione mi compiaccio con me stesso pensando che il tutto è addirittura sfilabile... (quasi un miracolo).
A questo punto un altro problema mi assilla, come posso fissare i fucili alla plancetta ?

Mi sembra di essere Archimede pitagorico ed ecco l'intuizione... "con elastico chirurgico" so di averlo, perchè l'ho visto durante la ricerca della bandierina ed ecco con 6 fascette riesco a creare 3 elastici della giusta lunghezza, li passo sulla plancetta e finalmente riesco a fissare i fucili.


Incredibile sono riuscito nell'impresa di costruirmi una plancetta, ci fisso addirittura una busta stagna che avevo , un moschettone recuperato da un portachiavi per fissare alla cima galleggiante...e Vai ....finito il lavoro!!
Non mi resta che provarla,vado in mare, galleggia, fisso i fucili e restano al loro posto, metto le chiavi nella busta stagna e non le perdo ......mi sembra proprio di avere fatto un ottimo lavoro.

Mi raccomando non seguite il mio esempio per il bene dei vostri figli e dei vostri pappagalli!

Molto meglio seguire i consigli di Giano e Ale

9 commenti:

ilaria - anguilla elettrica ha detto...

Sicuramente funzionerà bene....ma non si può guardare!!!
Occhio che ti denuncia la protezione animali per aver estorto il trespolo al pappagallo!

giano ha detto...

caro gavriola ottima idea planceta semplice con poco lavoro ti sei levato come si dice le castagne dal fuoco,come dice ilaria non si può vedere ma ti dico ce ne anche di poeggio ciao a mercoledì,(o sempre problemi a scaricare le foto sul blog non so più che pesci prendere ).

Vittorio (Archimede) ha detto...

BELLISSIMA!!!
Ma Archimede non avrebbe usato il tubetto chirurgico, al limite elastici di camera d'aria di bicicletta; altrimenti uno zio al quale sfilare il catetere no???
Ciaoo

ilaria - anguilla elettrica ha detto...

Sta saltando fuori il Mac Giver (si scriverà così...) che c'è in ognuno di voi!!!

gavriol ha detto...

In effetti mi era balenata l'idea della camera d'aria del camion da fare a striscioline,scartata perchè non trovavo le forbici,poi mi è venuto in mente anche di filare elastici dalle mutande di mia nonna putroppo mi ha beccato mentre le staccavo dalle mollette sul filo ....

ilaria - anguilla elettrica ha detto...

ESILARANTE!!!!!!

Lidia_geco ha detto...

Una domanda: ma mentre ero assente, vi siete dati a festini a base di alcool, droga e varie sostanze stupefacenti?
A parte gli scherzi, un premio alla creatività va sicuramente dato, sia per la realizzazione, sia per i suggerimenti (l'elastico delle mutande della nonna è stupenda!Gavry, se vuoi te ne presto un paio!).
Bacioni dal vostro gechino!

AleZan ha detto...

Sei un grande.... solo per la costruzione meriti la palma come "plancetta dell'anno" E poi lo sai..... non si bada all'apparenza. Cio'che conta è la sostanza (stupefacente???)

Scherzi a parte aspettiamo tutti la foto con uno spigolone lungo quanto la tua invenzione!!!!

Ciao

mytom ha detto...

ma quando c'è vento non si cappotta?