lunedì 29 dicembre 2008

Incontro in CAPITANERIA di Porto Marina di Carrara


Volevo renderVi partecipi dell'incontro presso la Capitaneria di Porto di Marina di Carrara che ho avuto questa mattina per avere delucidazioni sulle zone consentite alla pesca sub e sulle limitazioni.

Innanzi tutto voglio ringraziare il Capo Francesco Carella ed il Maresciallo Francesco Damico per la disponibilità e per la cortesia con cui mi hanno ricevuto e anche per la chiarezza nelle risposte alle mie domande.

Per prima cosa ho chiesto come mai la pesca sul molo esterno di Marina è vietata mentre all'esterno del molo di Spezia è consentita..
Mi è stato risposto che per un raggio di 1 miglio dal faro rosso in testa al molo è vietata la pesca per una vecchia ordinanza del comandante del porto, che si stàalavorando per modificare, ma che ad oggi permane il divieto in tutto il tratto nel raggio di 1 miglio dal fanale rosso, inoltre vi è divieto in prossimità di zone di mare in cui sono collocati pontili o passerelle di attracco alle navi da passeggeri per un raggio di metri 50;
- all’interno dei corridoi di lancio delle unità da diporto opportunamente segnalati;
- nei canali e nei corsi d'acqua che sfociano in mare;
- nello specchio acqueo che si estende per 340 metri verso sud-est dalla foce del torrente Lavello, ivi compresa la foce dello stesso per la presenza di relitti subacquei;
- nello specchio acqueo antistante la spiaggia libera a ponente del Bagno Fausto di Marina di Massa località Partaccia (e antistante il campo boe in concessione al Rimessaggio Marchini);
- nello specchio acqueo sottostante il pontile di Marina di Massa e fino alla distanza di 5 metri dallo stesso.
Tutte le altre scogliere ed i pennelli non hanno alcuna restrizione.

L'altra domanda era riguardante l'interpretazione delle distanze di pesca.
La distanza 500 metri dalla costa vige esclusivamente in periodo balneare dalle 8,30 alle 19,30
quindi è possibile pescare sulle scoglere dall'alba alle 8,30 e dalle 19,30 al tramonto, mentre in periodo non balneare non esistono distanze minime.


La raccomandazione della Capitaneria è di essere ben segnalati da boa segnasub sempre !!!



Ringrazio per le delucidazioni Francesco Carella e Francesco Damico e spero in una fattiva collaborazione tra Capitaneria e pescatori per rendere la pesca subacquea maggiormente fruibile e sicura a tutti gli appassionati

1 commento:

ilaria - anguilla elettrica ha detto...

Finalmente un pò di chiarezza..e soprattutto sono molto contenta della disponibilità dimostrata!!