giovedì 18 giugno 2009

Piazzetta Egidio Cressi


La notizia è stata pubblicata sul Giornale del 14 Giugno e prontamente il nostro amico Gianni Nicolai, titolare del negozio Dalla Colombina a Lerici, ci ha inviato una copia della pagina del quotidiano.

L'intitolazione di una piazzetta ad Egidio Cressi è una grande notizia per tutto il movimento subacqueo italiano visto che Cressi non è stato solo uno dei pionieri della subacquea ma è considerato insieme a Mares, Miraglia, Ferraro, Bucher e Marcante uno dei padri fondatori.

Cressi, nato nel 1902, cominciò ad immergersi giovanissimo; nel 1938 vide per la prima volta la monogoggle (la maschera in gomma con vetro unico). La comprò ma si accorse che aveva un difetto progettuale: la maschera lasciava il naso fuori quindi non permetteva la compensazione della pressione sugli occhi.
Nel 1939 vide un giovane sub, Dario Gonzatti, che pescava con una maschera fatta con una camera d'aria ed un unico grande vetro che includeva occhi e naso...se ne costruì una simile migliorandola. Da quel giorno cominciò un sodalizio tra Cressi e Gonzatti che portò alla produzione di maschere, ARO, fucili subacquei, respiratori subacquei, le prime pinne fatte da scarpe da tennis e pala in foglia di gomma su intelaiatura d'acciaio.
Nel 1941 Cressi mise su un laboratorio a Genova:"La casa del Pescatore".
Nel 1943 fondò a Quinto la fabbrica CRESSI-sub per la quale collaborò anche Duilio Marcante.
...da questa data in poi non serve più raccontare...parlano gli innumerevoli prodotti che si trovano sul mercato ma soprattutto parla una realtà come la CRESSI-sub che attualmente è l'unica grande ditta italiana ancora in mano alla famiglia fondatrice.

Termino il post ringraziando ancora una volta a nome di tutta la Tribù Gianni Nicolai Dalla Colombina per tenerci sempre aggiornati e farci sempre partecipi di tutte le iniziative.

Nessun commento: