lunedì 4 gennaio 2010

Consiglio dei ministri sott'acqua



Il 17 ottobre dell'anno appena concluso il Consiglio dei ministri delle Maldive si è riunito in una location molto particolare: 4 metri sott'acqua. Oggetto della riunione è stato un problema di estrema gravità, il surriscaldamento del nostro pianeta, che, secondo le previsioni di alcuni esperti, potrebbe portare nel 2100 ad un innalzamento delle acque di ben 2 metri. Un simile aumento del livello dei mari sarebbe mortale per le fantastiche isole asiatiche, che, con la loro altitudine media inferiore ai 2 metri, sono lo Stato più basso del mondo. Da qui la decisione del governo maldivese di riunirsi sott'acqua, con l'obiettivo di dare un segno tangibile ai paesi industrializzati, affinchè si accordino per porre un freno alle emissioni di gas serra. Insomma, anche i grandi capi si sono ritrovati per un giorno con la testa sott'acqua; speriamo che il loro messaggio giunga a chi ha il potere di cambiare la situazione.

3 commenti:

ilaria ha detto...

peccato che chi ha il potere di decidere abbia spesso il cervello (per rimanere in tema...) un pò annacquato!!

gavriol ha detto...

Grande Marino belissimo post ...
Ho aggiunto l'immagine della firma...
Come diceva Ilaria purtroppo si fanno tanti discorsi senza prendere decisioni importanti ...

marino ha detto...

avete proprio ragione.. troppo spesso le teste dei potenti sono "annacquate".. comunque ritengo molto significativo il gesto del governo delle Maldive :-)
grazie ad entrambi per aver aggiunto le foto, io non sono capace..
ciao!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!