mercoledì 2 febbraio 2011

Balena spiaggiata: affondamento riuscito


In questi giorni abbiamo seguito l'ultimo viaggio della balena spiaggiata a San Rossore. Stamattina si sono concluse con esito positivo le operazioni per l'affondamento della carcassa.
Sotto trovate la notizia pubblicata dall'Ansa.

"Si è conclusa con successo intorno alle 7 di stamani l'operazione di affondamento della carcassa della balena che giovedì scorso si era spiaggiata sull'arenile del Parco di San Rossore (Pisa). I mezzi che hanno partecipato alla 'missione' (coordinata da Arpat, Comune di San Giuliano, Ente Parco e Guardia Costiera) stanno ora rientrando in porto a Livorno.

Dal momento della partenza a quello dell'arrivo a Livorno sono servite circa 20 ore. Per il solo inabissamento è stato necessario un lavoro di poco più di un'ora, mentre si è dovuto operare molto più a lungo per le operazioni preparatorie quali il carico sulla chiatta della zavorra da applicare all'animale e il trasporto della carcassa nell'area dell'affondamento, a 10 miglia dalla costa. Il trasferimento del cetaceo (che dopo il primo tentativo di affondamento fallito lunedì era stato ancorato davanti alla spiaggia di San Rossore) è iniziato poco dopo la mezzanotte e si è concluso poco prima delle 6. Sono state poi necessarie altre cinque ore per imbracare la carcassa dell'animale e applicare i 'pesi morti': intorno alle 6 é iniziato l'affondamento della balena, avvenuto secondo quanto appreso senza problemi anche per le ottime condizioni meteorologiche e del mare.

Nei prossimi giorni la Capitaneria di Porto di Livorno emetterà un'ordinanza per segnalare la presenza dell'ostacolo sul fondale (tra i 50 e i 60 metri) soprattutto per le attività di pesca. Per almeno 18 mesi il cetaceo sui fondali e l'ecosistema che si formerà intorno saranno monitorati da un gruppo di lavoro coordinato dal geologo Stefano Dominici dell'università di Firenze, in collaborazione con Fabrizio Serena, responsabile Area mare di Arpat. Parteciperanno anche l'università di Siena per gli aspetti legati alla ecotossicologia e il Parco di San Rossore con il direttore Sergio Paglialunga. Lo studio sarà realizzato con le risorse del progetto transfrontaliero Gionha."

Fonte: ansa.it

Nessun commento: