domenica 13 marzo 2011

Balena uccisa dal morbillo


Vi aggiorniamo sulla vicenda della balena spiaggiata il 27 gennaio a S. Rossore e fatta affondare a circa 60 metri di profondità nel fondale antistante il ritrovamento.

La balena era affetta da infezioni da morbillo e toxoplasmosi. Lo hanno rivelato, come spiega la Regione Toscana, i risultati della necroscopia. Le indagini sono state coordinate dall’Unità di intervento nazionale per la gestione di spiaggiamenti straordinari istituita dal ministero dell’Ambiente presso la facoltà di medicina veterinaria di Padova, condotte in collaborazione dall’Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta e di altre istituzioni.
Le analisi hanno anche rilevato che lo stato di salute dell’esemplare era compromesso da una ridotta funzionalità del rene e da un digiuno prolungato. I risultati preliminari delle indagini tossicologiche svolte dal dipartimento di scienze ambientali dell’Ateneo di Siena hanno infine evidenziato alti livelli di contaminanti.

Fonte: www.mondomarino.net e corriere della sera

Nessun commento: