mercoledì 11 dicembre 2013

InMare Festivale di Camogli

 
 
Nel week end appena passato è andata in scena la prima edizione del Camogli International Marine Film Festival, rassegna di corti, medio e lungometraggi dedicati alle aree marine protette.
L'obiettivo dell'evento era quello di abbinare il tema della conservazione del patrimonio ambientale marino e litoraneo con la promozione turistica sostenibile delle aree interessate. Quaranta i film in concorso, molti dei quali dall'estero.
 
Il primo premio assoluto per la categoria film e medio metraggi è andato allo spagnolo Eduardo Ortega per "Arribada" che si è aggiudicato anche il premio 'Education' mentre per la sezione 'cortometraggi' il primo premio assoluto è andato trio Iop, Bortoli, Boyer con il film "Il gigante e il pescatore", ambientato nel parco marino di Cenderawasih, che racconta la strana simbiosi tra i pescatori indonesiani e gli squali balena.
 
Il Premio Natura è andato a ''Ultimi paradisi incontaminati' di Elisabetta Eordegh e Carlo Auriemma mentre il premio Medpam è stato assegnato a Giorgio Barsotti per "Portofino, l'area marina protetta adolescente'"
Il premio del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è stato assegnato a "Panacea Isole Pelagie" di Roberto Rinaldi. Menzione speciale per elevato valore storico documentario a "L'ultima levata" di Daniele Camisa.
 
Complimenti vivissimi al nostro amico Massimo Boyer per quest'altro meritatissimo successo!

Nessun commento: